n w   

baner
Siete qui:   Home Il Barocco
Il Barocco - Santuario della Madonna del Soccorso PDF Stampa E-mail
Indice
Il Barocco
La Cattedrale di Santa Maria Assunta
L'ex convento di San Francesco
Santuario della Madonna del Soccorso
Tutte le pagine

Santuario della Madonna del Soccorso

 

Dedicata in origine a San Pietro, la chiesa di Sant'Agostino fu eretta nel XII secolo, e divenne sede dei Padri Agostiniani che vi affiancarono un monastero attestato già nel 1319. Tornati in città nel 1514, dopo un periodo di allontanamento, i monaci potrebbero aver portato il culto della Madonna del Soccorso, che, nel 1857, sarà eletta patrona della città affiancando San Severino e San Severo. Secondo un’altra ricostruzione storica, la statua della “Madonna Nera” sarebbe arrivata dalla Sicilia nel 1564.

Quando il monastero agostiniano venne definitivamente soppresso (1652), la devozione alla Madonna fu tenuta viva dai massari di campo che, dopo il 1679, si riunirono in Confraternita.

Completamente ristrutturata tra il 1750 e il 1759, nel 1780 la chiesa fu arricchita dell'elegante facciata in pietra, opera di Pietro e Gregorio Palmieri. L'altare maggiore, di Vincenzo Palmieri, è stato realizzato nel 1765.

Lo slanciato campanile barocco è frutto di stratificazioni sette-ottocentesche. Radicali lavori di ammodernamento dell'interno furono eseguiti nel 1912 sotto la direzione di Severino del Giudice.

 



Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Ottobre 2009 17:32