n w   

baner
Siete qui:   Home Il Territorio Le Masserie
Il Territorio PDF Stampa E-mail

Le Masserie

Lungo le Strade dell’Olio e del Vino, che intersecano le campagne del nostro territorio, è facile imbattersi nell’elemento che meglio identifica il paesaggio dauno: la masseria. Sparse in tutte le campagne dell’agro, rappresentano meglio di ogni altra struttura il ceto agricolo dal XV secolo ad oggi con il loro mirabile esempio di architettura rurale.

Storicamente la nascita delle masserie è legata al desiderio dei proprietari terrieri di controllare le diverse fasi di produzione, soprattutto durante la raccolta. Nel corso dei secoli, molte di queste costruzioni si sono trasformate in vere e proprie residenze di campagna, dotate di quanto necessario per rendere il più confortevole possibile il soggiorno del proprietario e del “massaro”, la figura più importante della masseria attorno alla quale si svolgeva tutta la vita organizzativa, produttiva e sociale dell’azienda.

Nella masseria si trovavano forni, cisterne, cucine, cappelle, ma anche stalle, spazi per gli attrezzi agricoli e le derrate alimentari. Disponevano di enormi recinzioni in pietra che, oltre ad essere indispensabili per trattenere il bestiame, rassicuravano il proprietario da eventuali attacchi o furti.

Le masserie erano di due tipi:

  • quelle “di campo”, cioè le tipiche aziende cerealicole;
  • quelle “di pecore” (detta anche posta di pecore) che univano l’attività pastorale a quella agricola.

Il desiderio di proteggere sia gli abitanti che la struttura si trasformò in una necessità e costrinse i proprietari a fortificare le masserie e a costruire torrette circolari per l’avvistamento dei briganti. L'urbanesimo e la successiva fuga dalle campagne hanno portato al progressivo abbandono di queste abitazioni rurali in poco tempo cadute nell'oblìo e preda dei "predoni della storia", ladri di mattoni e manufatti in pietra che saccheggiano le masserie per rivendere il materiale rubato al Nord o all'estero. Negli ultimi anni, grazie a anche a una maggiore attenzione da parte degli imprenditori agricoli, è stato avviato il recupero di alcuni edifici rurali tornati all'antico splendore.

torre_dei_giunchitorre_dei_giunchi1torre_dei_giunchi3scoppa

scoppa1scoppa2casonecasone1casone2

massellivalle_di_jaccio

Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Ottobre 2009 15:21